Castel del Monte: la sua affascinante storia

Castel del Monte è un luogo intriso di fascino tanto che anche la poesia lo ritiene tale da essere fermato con calamaio e carta….

Improvvisa gioia di una sosta

nel viaggio senza chiedere più

di proseguire.

Tutta la via

percorsa è fra gli otto angoli

dun castello,

sciolta in musica del vento

la tirannia degli occhi.

Il vento che a notte fischierà

da queste finestre,

anche me porterà,

se ha memoria il mare delle vite

vissute negli abissi

anche il vento mi terrà.

Arabo greco tedesco latino

e questa lingua che amo e mi ama,

le mura ascoltarono da una bocca sola

fermare altre giornate:

il vento impediva anche all’Imperatore

di comandare il silenzio.

Da Talismani di Roberto Pazzi

Questa poesia identifica questo luogo e noi abbiamo deciso di riportarla perché identifica bene l’area che fu di ispirazione a questi versi….

Un po’ di storia…

Castel del Monte è un luogo come detto ricco di fascino, che sorge sopra una delle colline più alte della Murgia. Tale luogo si trova poco distante da Andria, altro paese che vi consigliamo di visitare in quanto caratteristico di molte cose che appartengono alla storia delle Puglia. Ma tornando appunto a Castel del Monte questa località era la città fedele a Federico II.

Questa architettura non ha una data certa rispetto alla sua costruzione. Vi è infatti un unico documento al quale ci si possa riferire rispetto a questa data: una lettera attraverso la quale l’imperatore che scriveva dalla città di Gubbio, ordinava l’acquisto di materiali per il castello.

Storia di Castel del Monte
  • Federico II morì il 13 dicembre del 1250.
  • Nel 1266 il castello divenne una prigione.
  • La prigione accolse i tre figli di Manfredi
  • Il feudo passò poi a Nicola Acciaiuoli.
  • Successivamente vi furono i Del Balzo duchi di Andria
  •    Consalvo di Cordova vendette il feudo nel 1552 a Fabrizio Colonna
  •  Nei tre secoli successivi il feudo che comprendeva Castel del Monte venne abbandonato divenendo ritrovo di briganti e luoghi per pastori
  •    Nel 1876 l’area fu acquistata dal Governo Italiano
Il restauro del 1879

Questo restauro fu parziale ma a questo ne successero altri. Nel 1884 il secondo, nel 1892 il terzo e il quarto nel 1897.

A distanza di pochi anni quindi venne “messa mano” più volte a questa architettura.

Ovviamente nel tempo l’approccio al restauro di tali opere storiche è cambiato e oggi l’accuratezza con la quale certi lavori vengono eseguiti risulta maggiore.

Come è fatto Castel del Monte

Il castello si snoda su due piani che sono coperti da volte.

I muri sono realizzati attraverso l’impiego di un conglomerato di pietra calcarea che proviene dalla Puglia sempre e assieme a questa troviamo piccoli frammenti realizzati in calce e sabbia di cava.

La forma della struttura è ottagonale e tale forma si ripete sia nel corpo principale sia nelle torri angolari. Nel 1884 venne rimessa mano al lastrico della terrazza e ciò comportò la distruzione di alcuni elementi relativi al sistema di raccolta e di incanalatura delle acque piovane.

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required